L’esplorazione del proprio quotidiano è un concetto che fotograficamente parlando ci è molto caro; spesso è fatto di storie estremamente interessanti che non abbiamo la capacità di cogliere perché a causa della loro ingombrante presenza diventano invisibili.

E’ una storia che racconta le difficoltà di ogni giorno, il dramma ma anche la speranza, questo ‘In The Shadow of Things’ di Leonie Hampton, non soltanto fotografa ma figlia della protagonista, affetta da una rara patologia compulsiva che la porta ad accumulare oggetti, passando da un ordine maniacale al caos più totale.

Un occhio discreto e sensibile quello della Hampton che ci fa entrare nel suo ambito familiare , ma con discrezione, utilizzando un linguaggio efficace e autoriale.

Christian Caujoulle, fondatore della famosa agenzia VU’, ne parla così: Lei fa tutto questo con una sottigliezza di colori che rende ogni istante unico, se sparato dentro o fuori; lei fa tutto questo senza creare alcun tipo di spettacolo, mostrando invece una capacità elegante e semplice di cambiare la distanza dalla quale lei fotografa, libera da ogni dogmatismo e trova sempre il tono e gli angoli giusti.”

‘In the shadow of things’ è un lavoro schietto, estremamente sincero, tutto è alla portata del nostro sguardo senza nascondere la drammaticità della situazione, regalandoci anzi sprazzi di tenerezza.

Dopo la fine del suo primo matrimonio, Bron, questo il nome della protragonista, non ha mai trovato il coraggio di svuotare le scatole contenenti tutti i suoi oggetti; scatole e sacchetti che hanno rappresentato a lungo un richiamo fisico alla sua vita precedente e, agli occhi dei suoi cari, una chiara affermazione del suo stato depressivo.
Leonie nel 2007 propone alla madre di svuotare insieme i contenitori e le illustra il suo desiderio di immortalare fotograficamente questa svolta.
Il risultato è raccolto è questo progetto realizzato nei mesi trascorsi insieme alla madre: una percorso non solo visivo, in cui si affrontano i rituali ed i comportamenti compulsivi che in qualche modo hanno dominato la vita di entrambe.
Un viaggio fotografico all’interno dei meandri più complessi della mente umana, alla ricerca di una madre e della sua vera identità.

http://www.leoniehampton.com/mend